PUNTI D'ANCORAGGIO

Gli ancoraggi utilizzabili in un sistema anticaduta hanno il compito di assicurare alla struttura portante il dispositivo anticaduta cui è collegato l’operatore tramite la propria imbracatura.
La norma UNI-EN 795 identifica vari tipi di ancoraggio, ne specifica le caratteristiche tecniche e di resistenza (R=1000 daN) ed indica quali siano le prove cui debbano essere sottoposte per ottenere la possibilità di rilasciare una dichiarazione di conformità o effettuare la marcatura CE.
Si noti come i punti di ancoraggio non sono considerabili DPI in quanto non corrispondono alla definizione contenuta del DL 475, i DPI sono articoli che l’operatore indossa o porta con sé per proteggersi da pericoli.

Un punto di ancoraggio fissato permanentemente alla struttura non può essere portato con se né indossato, ragion per cui non può essere definito DPI.
Per ottenere il corretto uso di DPI, quasi sempre è sufficiente installare un adeguato numero di ancoraggi fissi o mobili a formare un sistema di ancoraggi atto a trattenere l’operatore impedendone la caduta per quanto possibile, o arrestandone la caduta, qualora avvenisse.
L’installazione di punti di ancoraggio sulle copertura deve essere considerata come un aiuto alla sicurezza degli eventuali operatori che vi accedano in futuro per effettuare piccoli lavori di manutenzione ordinaria.

ANCORAGGI PER COPERTURE

I vari tipi di ancoraggi impiegati con i vari tipi di dispositivi anticaduta, possono delimitare aree di lavoro con estensioni molto diverse tra di loro, e queste differenti aree di lavoro devono essere valutate per proteggere coperture di tipologia differente che necessiteranno l’utilizzo di sistemi anticaduta differenti.

Solo conoscendo le possibilità di utilizzo dei vari dispositivi anticaduta in unione con i vari tipi di ancoraggi esistenti si riesce a progettare un sistema anticaduta che non sia solo una formale applicazione di una norma ma che effettivamente sia in grado di evitare/arrestare cadute.

TIPOLOGIE DI ANCORAGGIO PER TETTI

Gli ancoraggi utilizzabili sulle coperture possono essere suddivisi in due categorie: ancoraggi fissi e ancoraggi mobili.

Per consentire all’operatore di muoversi agevolmente lungo l’area di lavoro non è sempre sufficiente utilizzare un punto d’ancoraggio fisso, che costringe l’operatore ad effettuare continue operazioni di sgancio e riaggancio per passare da un ancoraggio a quello adiacente, ma è meglio, in quanto più ergonomico, installare un sistema anticaduta con ancoraggio mobile, scorrevole su supporto orizzontale, che consenta all’operatore di muoversi lungo tutta la zona operativa, effettuando il minor numero possibile di operazioni manuali per spostare il punto d’ancoraggio.

Per qualsiasi informazione non esitate a contattarci

Risponderemo il prima possibile alle vostre richieste

Accettazione privacy